Prenota ora

data arrivo

notti
camere
adulti

News

CONNESSIONE INTERNET

Accesso Wi-Fi gratuito  
Continua »
SWEET DREAMS

“Sistema Letto” per garantire
massima igiene e comfort
 
Continua »
TV ENTERTAINMENT

TOTALMENTE GRATUITI
più di 120 canali TV e
tutte le partite di calcio ....
 
Continua »
PRENOTAZIONE TOUR

GLI ITINERARI TURISTICI PIÙ RICHIESTI
PRENOTABILI
DIRETTAMENTE
DAL NOSTRO SITO
 
Continua »
GIORNALI E RIVISTE

Scegliete i giornali
tra i 2300 di 100 Paesi
e scaricateli gratuitamente
 
Continua »
Guarda tutte le News »

Eventi

LE MOSTRE DI PITTURA DA NON PERDERE

MARC CHAGALL
VINCENT VAN GOGH
GIOVANNI SEGANTINI
LUCIO FONTANA
YVES KLEIN
 
Continua »
TEATRO ALLA SCALA

OPERE STAGIONE 2014 - 2015  
Continua »
CONCERTI E SPETTACOLI LIVE A MILANO

SYSTEM OF A DOWN
PHARRELL WILLIAMS PASSENGER- DEAR JACK
CESARE CREMONINI-GIORGIA
KASABIAN - LADY GAGA
LENNY KRAVITZ - PAOLO NUTINI
CLEAN BANDIT-ONE REPUBLIC
EMMA – SUBSONICA-VIOLETTA
ELTON JOHN-STROMAE
CLAUDIO BAGLIONI-ED SHEERAN
THE BLACK KEYS- KATY PERRY
BIAGIO ANTONACCI-NEGRITA
FRANCESCO DE GREGORI
PAUL SIMON & STING
 
Continua »
THE WORLD OF LEONARDO

Una mostra esclusiva: l'unica al mondo con nuove scoperte!  
Continua »
Guarda tutti gli Eventi »

LE MOSTRE DI PITTURA DA NON PERDERE

 LE MOSTRE DI PITTURA DA NON PERDERE


 

Marc Chagall


Retrospettiva 1908 - 1985

Palazzo Reale

dal 17/09/2014 al 18/01/2015

La più grande retrospettiva mai dedicata in Italia a Marc Chagall. Oltre 220 opere, prevalentemente dipinti, guideranno i visitatori da Le petit salon (1908), suo primo quadro, fino alle ultime monumentali opere degli anni ’80 del Novecento. Il percorso espositivo accosterà spesso per la prima volta opere ancora nelle collezioni degli eredi e talvolta inedite a capolavori provenienti dai maggiori Musei del mondo. Il tema dell’esposizione è centrato su una nuova interpretazione del linguaggio di Chagall, la cui vena poetica si è andata costruendo nel corso del Novecento attraverso la commistione delle maggiori tradizioni occidentali europee: dall’ originaria cultura ebraica a quella russa, fino all’incontro con la pittura francese delle avanguardie. La mostra si articolerà in sezioni: le prime opere realizzate in Russia, il primo soggiorno francese e il successivo rientro in Russia fino al 1921, il secondo periodo del suo esilio, prima in Francia e poi, negli anni ’40, in America. Con il rientro in Francia e la scelta definitiva di stabilirsi in in Costa Azzurra Chagall ritroverà il suo linguaggio poetico più disteso, rasserenato dai colori e dall’atmosfera del Midi.  

 





Van Gogh

 

 L'UOMO, LA TERRA, IL LAVORO

 





Palazzo Reale

Dal 18 Ottobre 2014 al 8 Marzo 2015:

Dopo oltre sessant’anni Van Gogh torna a Milano con un’importante esposizione che ripercorre la produzione del pittore olandese. La tematica ricorrente sarà incentrata sulle fasi della vita contadina, scandita tra l’aratura dei campi, la semina e la raccolta, simboli dello sforzo umano nel dominare i cicli della natura: un complesso dialogo della poetica dell’artista tra l’essere umano e la natura che lo circonda. Il nucleo centrale di dipinti e disegni proviene dal Kroller-Müller Museum di Otterlo, nei Paesi Bassi, e sarà completato da prestiti provenienti da molti musei internazionali. Curata da Kathleen Adler, affermata studiosa dell'arte dell'Ottocento che ha ricoperto per undici anni la carica di Director of Education alla National Gallery di Londra, la mostra presenta per la prima volta a Milano alcuni dei più noti capolavori del grande artista, tra i quali Autoritratto, 1887 Paesaggio con covoni di grano e luna crescente, 1889, Ritratto di Joseph Roulin, 1889 e Natura morta con un piatto di cipolle, 1889. La mostra indaga l’evoluzione della pittura del maestro attraverso i primi lavori, il suo incontro con l’Impressionismo e il Neo-Impressionismo di Seurat e Signac, per finire con il periodo di Arles e il suo ricovero nell’ospedale di Saint-Rémy, dove morirà. L’allestimento sarà curato dal giapponese Kengo Kuma, uno tra i più importanti architetti internazionali dalla vena molto poetica il cui coinvolgimento rappresenta il coronamento dell'ambizioso progetto della mostra che "immergerà" il visitatore in un'opera d’arte totale.  

 



Segantini

 Il Ritorno a Milano


Palazzo Reale

dal 18/09/2014 to 18/01/2015

L’esposizione intende presentare l’intero arco della produzione di Segantini, a partire dalla sua patria d’adozione, ovvero Milano, fino alla ribalta internazionale delle grandi mostre. Il ritorno a Milano non può prescindere dalla partecipazione delle due più importanti istituzioni che custodiscono le sue opere, la Civica Galleria d’Arte Moderna di Milano ed il Museo Segantini di Sankt Moritz. Giovanni Segantini, uno dei più grandi artisti europei tra la fine dell’Ottocento e l’inizio del nuovo secolo, ebbe in Milano una vera e propria patria dello spirito, la città di riferimento per tutta la sua breve vita. La mostra parte dalla celebrazione della sua milanesità: proprio questa sua cittadinanza culturale e spirituale non può che presentarlo come la metafora vivente di una situazione esistenziale di confine tra le eredità e le tradizioni della grande pianura e quelle più segrete e meno conosciute della macroregione alpina. Composta da oltre cento opere, la retrospettiva di Segantini si presenta come uno straordinario preludio all’EXPO milanese del 2015.

 



 



Lucio Fontana
e
Yves Klein

 

In mostra al Museo del Novecento


Dall'1 ottobre 2014 al 8 febbraio 2015  

 

Dipinti e sculture indagano — nella piena autonomia dei percorsi individuali — l’intreccio della vicenda creativa di due protagonisti assoluti del XX secolo. Nel gennaio 1957 Yves Klein tiene la prima personale alla Galleria Apollinaire di Milano e Lucio Fontana è tra i primi acquirenti di un monocromo dell’artista francese. Nei cinque anni successivi (fino alla morte di Klein) il percorso dei due si incrocia più volte. Tra gli episodi più significativi dei loro rapporti si possono ricordare i contatti di Klein con galleristi e amici di Fontana, un progetto di collaborazione tra i due per la XII Triennale di Milano, nel 1960 e i numerosi viaggi in Italia di Klein e i soggiorni parigini di Fontana.